fbpx
Seleziona una pagina

L’identità online: questione di storytelling

Parlare di storytelling non vuol dire limitarsi alla traduzione “narrativa”, ma anzi andare ad analizzare una della pratiche più utilizzate dai brand per raccontarsi al pubblico. Definito infatti il campo di attività e il ruolo che un’azienda intende svolgere, si possono far emergere gli attributi da valorizzare attraverso appunto un racconto di marca che sia articolato secondo la pubblicazione di contenuti studiati strategicamente.

Da brand image a brand story

Dagli anni Novanta ad oggi è stata favorita la diffusione di quello che, secondo i professionisti del settore, è diventato uno degli approcci più efficaci nel mondo degli affari: stiamo parlando di brand story. Come in passato il punto focale della comunicazione di un’azienda si riferiva alla brand image, quindi alla sua immagine in senso stretto, negli ultimi dieci anni è avvenuto un passaggio di testimone verso la brand story che ha richiesto la necessità di esaltare principalmente la storia del marchio, il racconto di cosa l’abbia reso tale.

Siamo entrati profondamente nell’era della narrazione, in cui la più grande sfida che le aziende affrontano è come comunicare il proprio prodotto o servizio nella maniera più efficace possibile. Nel momento in cui essa decide di mostrarsi per le peculiarità che la determinano, deve andare oltre la propria esposizione a livello di brandingcompiendo un ulteriore progresso: raccontarsi. Deve emergere in un palcoscenico colmo di competitor proprio grazie al proprio digital sotrytelling.

L’obiettivo dello storytelling aziendale ha a che fare con un livello molto empatico della comunicazione: creare con il consumatore un rapporto di coinvolgimento emozionale. La gente, infatti, potremmo dire che non compra i prodotti, ma le storie che questi prodotti rappresentano. Parlando di una società in repentina evoluzione e continuamente connessa, l’utilizzo della rete ai fini commerciali è un sistema di marketing tra i più potenti che come metodo di autorappresentazione utilizza lo storytelling, concetto di vitale importanza nella comunicazione aziendale.

Di cosa si parla quando si utilizza il termine “storytelling”?

Attraverso questa definizione si vuole intendere una tecnica di comunicazione che, nelle scienze sociali, incontra la sua svolta narrativa sempre a partire dagli anni Novanta. Quando ci si trova di fronte ad una storia ben narrata, le percezioni sono catturate da questo tipo di esperienza. Le storie inducono a lasciarsi pervadere senza blocchi dati dalla razionalità. Proprio per questo lo storytelling è una strategia da sfruttare quando si decide di utilizzare il web per promuovere il proprio business aziendale. Il consumo postmoderno è infatti in gran parte consumo di storie.

Lo storytelling aziendale non è semplicemente un mezzo efficace per coinvolgere il consumatore. Gli esperti lo utilizzano anche per comprendere quello che gli stessi utenti pensano della marca. Diventa un mezzo utile per monitorare le impressioni del proprio pubblico nel momento in cui vi entra in contatto. Proviamo a pensare ad un esempio esterno: al cinema ci ritroviamo a piangere o ridere assistendo alle scene riprodotte, come se noi ci vedessimo vivere una determinata situazione. Pur sapendo che si tratta di finzione, le storie permettono di immedesimarsi, lasciando dentro l’osservatore delle tracce che possono diventare parte del suo stesso essere. Lo scopo del digital storytelling è proprio questo: trasferire ai contenuti web la stessa intensità ottenendo un riscontro.

Quali sono le caratteristiche di una buona storia?

Lo scopo non è solamente, come abbiamo già sottolineato, convincere il consumatore a comprare un determinato prodotto, bensì introdurlo in un universo narrativo che riesca a coinvolgerlo attraverso un racconto che esprima la propria brand identity. Con questo termine si vuole indirizzare il pubblico verso l’individualità ed unicità della marca; verso la stessa filosofia alla base di essa. Questi elementi identificativi possono trasparire grazie alla stesura di un opportuno corporate storytelling che segua linee guida ben definite.

Il primo punto da ricordare è che la storia sia credibile e che sappia marcare l’anima dell’impresa attraverso testi ed immagini, creando un legame psicologico con il consumatore. In questo scenario lo storytelling aziendale vuole rendere gli avvenimenti che ne costituiscono l’identità comprensibili, trasformandoli in un racconto senza primariamente essere rivolti alla vendita. 
Oltre alla credibilità, durante la composizione di una storia aziendale idonea, ci sono altri punti fermi da tenere in considerazione. In questo senso Vladimir Propp, linguista e antropologo russo, ha individuato i principali attanti narrativi: gli elementi costitutivi del racconto. Nel momento in cui li si adatta allo storytelling aziendale, questi compongono una struttura indispensabile per la disposizione di una buona storia.

Brand story aziendale:

Ecco un elenco dei personaggi funzionali riadattati allo sviluppo di una storia aziendale.

  • Un attore: protagonista della storia (è sempre il cliente, mai l’azienda)
  • Un’azione: ciò che l’attore deve compiere (motivo per cui la vicenda prende vita)
  • Un contesto: è lo scenario, lo spazio-tempo all’interno del quale si collocano le vicende
  • Uno scopo: motore motivazionale della storia, è l’obiettivo a cui mira l’attore mettendosi in gioco
  • Uno strumento: grazie a questo l’attore può raggiungere il proprio scopo
  • L’oppositore: contro questo (o questi) l’attore deve scontrarsi
  • Un aiutante: su di lui il protagonista della storia può contare nello sviluppo della vicenda
  • Una sfida: disputa che l’attore deve affrontare
  • Un mentore: colui che al momento giusto soccorre l’eroe
  • Le nozze finali: lieto fine conclusivo della storia

Oltre a questo schema organizzativo lo storytelling aziendale deve mantenere uno sviluppo degli eventi peculiare a seconda della piattaforma utilizzata per esprimerlo.

Storytelling su Facebook

In un social media come Facebook, per esempio, lo storytelling parte sin dal principio della costruzione della pagina professionale. Dal momento della compilazione dei campi di base, fino alla pubblicazione dei diversi post, più si creeranno contenuti coinvolgenti, maggiori saranno le possibilità di suscitare l’interesse dell’utente. L’applicazione di questa strategia significa creare delle rappresentazioni che possono essere testuali, visive o sonore. Facebook mette a disposizione dell’amministratore numerosi strumenti per realizzare un efficace corporate storytelling.

Un vero e proprio percorso narrativo che sviluppi una trama di tipo epico composta da ruoli e funzioni definite; un racconto che sappia dimostrarsi accattivante e che segua tecniche pertinenti di produzione. Sulla pagina Facebook aziendale l’amministratore deve lasciar trasparire l’identità della marca, costruendo una relazione tra la dimensione narrativa e la comunicazione aziendale. Le tecniche di storytelling utilizzate nella produzione dei contenuti sul portale, hanno degli effetti di senso che generano nei consumatori, a prescindere dalla forma linguistica del racconto, un’affezione.

È importante costruire una storia che informi gli utenti secondo le corrette modalità.

In primo luogo il titolare dell’azienda deve avere ben chiaro il messaggio che desidera diffondere e l’obiettivo che c’è alla base della propria comunicazione. Lo storytelling aziendale infatti non può essere in alcun modo improvvisato. Esistono alcuni semplici step sui quali lavorare per raggiungere un incremento che può essere di fatturato, di notorietà del brand o autorevolezza dello stesso. Si può optare per un visual storytelling o per la pubblicazione di porzioni di testo; l’importante è che al centro del messaggio ci siano chiari i valori e l’identità del marchio in questione. Nel momento in cui lo storytelling aziendale segue i parametri corretti l’amministratore che si occupa della comunicazione online del brand risulterà agevolato durante la trasmissione del messaggio.

 

Indirizzo

Via Trofarello, 27 – 10028. Torino

Contatti

(+39) 371 3254228
info@thecomunicazione.it

orari

Lun – Ven : 9–18

Sab – Dom : Chiusi

Nel weekend: siamo reperibili tramite mail, Instagram Direct e Messanger Facebook.

Seguici su