fbpx
Seleziona una pagina

Il ritorno di Polaroid e la camera istantanea

Negli anni ’80 il mondo della tecnologia stava cambiando e nuove invenzioni iniziavano a farsi strada in una società che necessitava di innovazione. Una delle più grandi svolte, che lasciò gli amanti della fotografia a bocca aperta, fu l’arrivo della Polaroid: una nuova camera che stampava istantaneamente la fotografia appena scattata. Una vera e propria novità per chi desiderava avere sul momento la propria foto. Era finita l’attesa di farsi sviluppare il rullino dal fotografo: chi possedeva una Polaroid poteva, nello stesso istante in cui scattava, stampare la propria foto. Il grande successo portò il brand Polaroid ad avere un notevole successo.

Il crollo di Polaroid

Come è successo ad altri grandi marchi, come ad esempio Blockbuster, in mancanza di una importante innovazione, anche Polaroid, con il tempo, vide crollare il proprio impero. Mai si poteva pensare che la prima casa ad avere inventato una macchina fotografica così innovativa, potesse avere un tracollo. Il mondo della tecnologia funziona in questo modo: essere primi, non significa essere immortali. L’avvento di nuove tecnologie, come ad esempio gli smartphone e le macchine fotografiche con schermo, unite all’aggravante di non riuscire a stare al passo con i tempi, portarono Polaroid  alla bancarotta nel 2001.

Hai già messo mi piace a TheComunicazione?

Il nuovo inizio di Polaroid

Tutto cambiò quando nel 2008 due uomini, André Borman e Florian Kaps, ovvero due ex dipendenti della Polaroid, decisero di riportare in vita la vecchia macchina fotografica istantanea partendo da una startup innovativa ed arrivando a rilevare il marchio originale Polaroid. Riaprendo lo stabilimento, decisero di rimettere in produzione nuove pellicole adattabili sia per le vecchie Polaroid che per quelle nuove. Produssero una nuova camera, mantenendone il design e la caratteristica principale del suo essere instantanea. Questa nuova idea prese il nome di “Impossible Project”: il progetto impossibile di far rinascere la Polaroid che un tempo aveva cambiato il mondo della fotografia, sfruttando così la vena vintage riemersa negli ultimi anni.

Perché tornare alle fotografie stampate?

La decisione dei due ex dipendenti fu molto coraggiosa, ma allo stesso tempo azzeccata, perché presa in un momento dove ormai la carta stampata era oscurata dall’intero mondo digitale. Soprattutto per il mondo della fotografia, dove vedere una foto stampata su carta era divenuta ormai una cosa impossibile. Per questo motivo, la rinascita del brand riscontrò pareri positivi, sia dai nuovi amanti della fotografia che dai nostalgici fan della vecchia casa statunitense. Il mondo tecnologico è in continuo cambiamento, comportando così la perdita di cose care che non vorremmo mai vedere scomparire. Questo è un po’ quello che è successo alle fotografie stampate. Con l’avvento degli smartphone ci siamo abituati al nuovo modo di vedere le foto attraverso un monitor; ma con il passare del tempo questa novità ci ha stufati.

Con nostalgia ed un forte attaccamento legato agli album fotografici che un tempo trovavamo a casa delle nostre nonne, abbiamo rimpianto quello stile fotografico che tanto desideravamo avere tra le nostre mani. Questo è un po’ quello che è successo a Polaroid: un’altalena tra novità e demodé. Perché alla fine, tutto ciò che è passato, prima o poi ritorna. Così il progetto impossibile è diventato possibile ed apprezzato dagli amanti della fotografia che vogliono ritornare ad avere in mano quella foto, nell’esatto momento in cui viene scattata, custodendola come ricordo e attaccandola in quell’album che un giorno potrà essere sfogliato da qualcun altro.

I nuovi modelli Polaroid

Oggi è possibile trovare in commercio diversi modelli di istantanee Polaroid:

  • OneStep 2

Una nuova instantanea, che unisce il design vintage della vecchia Polaroid al nuovo modo di fare fotografia. Dalle caratteristiche innovative, la OneStep 2 è semplice da utilizzare, dotata di un obiettivo di qualità e di un potente flash per rendere migliori le foto appena scattate.

  • Polaroid Pop

Nuova fotocamera instantanea compatta, pensate per chi vuole avere sempre a portata di mano la propria macchina. Schermo touchscreen, capacità di registrazione di video in full HD 1080p e la possibilità di personalizzare la propria istantanea, scegliendo tra i diversi colori proposti.

  • Polaroid Snap Touch

Sempre in versione compatta, troviamo la Snap Touch dotata di connessione Bluetooth, in modo da poter collegare i proprio dispositivi alla macchina e stampare qualsiasi foto. Dotata di schermo touchscreen, possibilità di registrare video e di impostare timer per selfie e non solo. 

  • Polaroid Pic-300

In versione sempre più “mini” e disponibile in diversi colori, la Pic-300 è adatta per chi vuole una camera istantanea dalle piccole dimensioni che faccia solo da macchina fotografica.

Questi sopra elencati, sono solo alcuni dei nuovi modelli di camera istantanea lanciati dalla Polaroid. 

Come utilizzare la Polaroid in ambito lavorativo?

In questi ultimi anni sta aumentando la richiesta di fotografie istantanee ai matrimoni e per questo motivo, utilizzare una Polaroid può essere la soluzione ideale per offrire questo servizio agli sposi durante il loro grande giorno. L’immediatezza è sicuramente un valore aggiunto di questo prodotto, che permette di ottenere un risultato tangibile, oltre che visibile, da poter conservare.

I pro dell’utilizzo della Polaroid per scattare foto istantanee ai matrimoni

Scattare con la Polaroid ad un matrimonio è un’idea per avere nel minor tempo possibile la foto stampata e la possibilità di consegnare un souvenir direttamente agli invitati. Il suo essere piccola, leggera e facile da utilizzare, è una caratteristica che rende la Polaroid una macchina fotografica da non farsi mancare per servizi di questo tipo.

I Contro

Scattare con la Polaroid è un’esperienza unica perché permette a chiunque di avere tra le mani l’istantanea. Personalmente preferisco utilizzare un’alternativa che mi dia la possibilità di modificare sul momento le foto prima di stamparle e che sia qualitativamente migliore rispetto a quelle scattate dalla Polaroid. Per questo motivo ho scelto di utilizzare ai matrimoni una stampante fotografica portatile da collegare direttamente alla fotocamera professionale. Questo perché la qualità delle fotografie stampate dalla Polaroid non è ottimale, le dimensioni sono molto ridotte e il rischio di scattare foto venute male è alto e questo può comportare una perdita di tempo a ripetere lo scatto diverse volte.

Il servizio di foto istantanee al proprio matrimonio è un’idea originale, che permette agli sposi di lasciare una foto ricordo della giornata trascorsa. Se non si hanno troppe pretese in fatto di qualità e dimensioni, la Polaroid può essere il giusto compromesso per scattare e stampare sul momento. Se, al contrario, si preferiscono foto di dimensioni classiche e di qualità, basta acquistare una stampante portatile e usare le foto scattate con la macchina professionale durante il matrimonio.